Condividi

Road e Worldline insieme per una soluzione di pagamento EV per i proprietari di stazioni di ricarica

La nuova partnership tra Road e Worldline [Euronext: WLN] crea, per i proprietari di stazioni di ricarica, una soluzione poderosa per gestire l’elaborazione dei pagamenti, i requisiti amministrativi e di conformità, tutto in una volta.

09 2024

In sintesi

La collaborazione fra Road e Worldline introduce, come novità nel mercato europeo, una soluzione per i proprietari di punti di ricarica che integra in un'unica piattaforma l'elaborazione dei pagamenti, le funzioni amministrative e di conformità. Questa iniziativa, attiva da aprile 2024, semplifica il rispetto delle normative AFIR dell'UE, migliorando la flessibilità dei pagamenti e l'efficienza operativa per i proprietari di punti di ricarica e gli EV driver.

Come piattaforma leader per le transazioni e la gestione delle ricariche per veicoli elettrici, Road ha scelto di collaborare con Worldline, leader globale nei servizi di pagamento, per ridurre la complessità per i proprietari dei punti di ricarica e, al contempo, offrire comodità agli EV driver. Road si avvarrà della sua integrazione con Worldline per accettare un ventaglio di metodi di pagamento e offrire trasparenza sui prezzi.

Riconoscendo l’importanza dell’interconnessione nel mercato dei veicoli elettrici, la soluzione mira a soddisfare la crescente domanda di autisti e proprietari di stazioni di ricarica. L’integrazione di Road con la soluzione per i pagamenti di Worldline consente di offrire flessibilità nell’accettare diverse carte, terminali di pagamento e servizi migliorati ai loro clienti. Le ampie potenzialità di Road, con la sua piattaforma E-Flux, offrono ai clienti CPO una vista unica delle sessioni di ricarica, incluso il roaming, e indipendentemente dal metodo di pagamento.

“Collaborare con un fornitore di servizi di pagamento come Worldline ci permette di offrire un processo di pagamento fluido e senza pensieri. Gli EV driver possono pagare facilmente i servizi di ricarica utilizzando il loro metodo di pagamento preferito, sia tramite carte di credito o debito, sia da mobile, migliorando l’esperienza utente generale. E i proprietari di colonnine non devono occuparsi di negoziare o configurare l’infrastruttura delle soluzioni di pagamento da soli, ci pensiamo noi.” afferma Vincent van Vaalen, CEO di Road.

Secondo Van Vaalen, la partnership offrirà ai proprietari di stazioni di ricarica e agli autisti di auto elettriche una connessione perfetta ai servizi di Worldline per l’acquisizione e l’elaborazione delle carte end-to-end. “La flessibilità di questa soluzione di pagamento è un altro passo verso la nostra missione di rendere le transazioni di ricarica EV facili per tutti. Abbiamo visto la necessità di servizi di pagamento semplificati e integrati capaci di soddisfare le esigenze di un mercato in continua evoluzione, indipendentemente dalle dimensioni dei proprietari delle stazioni di ricarica.”

“Dove la normativa ha imposto una scadenza, abbiamo visto una nuova domanda che sostiene la crescita. Sia che si tratti di consumatori o di aziende con flotte, offrire una gamma più ampia di opzioni di pagamento porta più valore, scelta e flessibilità al mercato. Questo è un passo importante per garantire metodi di pagamento semplici, prezzi trasparenti e servizi connessi a qualsiasi azienda che offre servizi di ricarica,” ha proseguito.

Radu-Vasile Pop, Responsabile della Ricarica VE di Worldline ha dichiarato: “L’attuale panorama della mobilità elettrica richiede agilità, e un ecosistema capace di adattarsi facilmente al rapido ritmo di innovazione e regolamentazione, anche quando si tratta delle funzionalità di pagamento. Siamo lieti di poter portare le nostre capacità di elaborazione dei pagamenti alla dinamica piattaforma di Road. Le ampie soluzioni di pagamento offerte grazie alla nostra collaborazione creeranno un valore enorme per gli EV driver e i proprietari di punti di ricarica in tutta Europa.”

La soluzione è disponibile da aprile 2024 per le stazioni di ricarica in Europa, per consentire ai proprietari di punti di ricarica di adempiere ai requisiti imposti dal Regolamento AFIR dell’UE.