Condividi

AFIR sta livellando il campo di gioco per i conducenti di veicoli elettrici

03 2024

da Gina ter Heide

In sintesi

Il Regolamento sull’Infrastruttura per i Carburanti Alternativi (AFIR) è una legge UE che mira a garantire un’infrastruttura di ricarica EV sufficiente nei punti chiave del continente.

L'avvento del Regolamento sulle Infrastrutture per i Carburanti Alternativi dell'UE (AFIR) - e il suo equivalente nel Regno Unito, il Public Charge Point Regulations 2023 - hanno dato agli operatori di punti di ricarica (CPO) nell'UE e nel Regno Unito una scadenza fissa per pagamenti trasparenti e accessibili.

Non sarà più necessario che i conducenti di veicoli elettrici (EV) utilizzino più app o carte RFID per utilizzare una stazione di ricarica pubblica. Con l'AFIR, la cui prima fase è entrata in vigore il 13 aprile, i conducenti di EV possono ora pagare le loro sessioni di ricarica utilizzando la loro scelta di una carta di debito, di credito o di ricarica EV.

Questa flessibilità di pagamento è qualcosa che i conducenti di veicoli a benzina e diesel hanno dato per scontato da molto tempo. Il Regolamento sui Punti di Ricarica Pubblici 2023 del Regno Unito impone obblighi simili ai CPO nel paese.

Queste regolamentazioni sono benvenute. Abbiamo sempre creduto che pagare per una sessione di ricarica EV dovrebbe essere un'esperienza senza attriti, e non più difficile che pagare per benzina o diesel. Non risolverà altri problemi noti, come la mancanza di capacità della rete nei momenti di punta, ma certamente risolverà un problema comune e ampiamente pubblicizzato dei conducenti di EV. In definitiva, questo può solo aiutare a incoraggiare l'adozione degli EV.

L'onere amministrativo per i CPO

Dobbiamo anche riconoscere che l'obbligo di fornire pagamenti senza contatto per la ricarica DC può aumentare il livello di amministrazione richiesto dai CPO. Questo è importante poiché potrebbe scoraggiare i potenziali CPO dall'installare la propria infrastruttura di ricarica pubblica.

Chi è al di fuori dell'industria dei pagamenti potrebbe non essere familiare con il flusso di pagamento tipicamente complicato per i pagamenti con carta, ma dietro le quinte ci sono diversi attori che facilitano il processo.

I terminali di pagamento, le gateway di pagamento, i fornitori di servizi di pagamento, le banche acquirenti e i sistemi di gestione dei punti di ricarica (CPMS) svolgono tutti un ruolo vitale nei pagamenti con carta.

Sebbene alcuni sistemi CPMS siano compatibili con terminali di pagamento particolari, spesso il terminale deve anche essere integrato sia con il punto di ricarica che con il CPMS, il che può richiedere tempo e risultare scomodo. Inoltre, per la maggior parte dei sistemi, i CPO dovranno procurarsi il proprio servizio di acquisizione (questo significa che devono diventare commercianti) e pagare le commissioni di transazione addebitate dalle banche o dai fornitori di carte.

Abbiamo scoperto che le commissioni e i costi di transazione variano notevolmente tra i PSP, con alcuni che addebitano una percentuale mentre altri addebitano una commissione fissa. Le commissioni a volte possono essere difficili da comprendere e da tenere traccia, in particolare quando i CPO sono associati a più di un PSP.

Quando abbiamo ideato la nostra funzione di Pagamento Senza Contatto conforme a AFIR, il nostro obiettivo era consentire un'esperienza senza attriti non solo per i conducenti di EV, ma anche per i CPO.

Per fare questo, abbiamo collaborato con tre principali servizi di acquisizione per creare un accordo quadro, il che significa che possiamo offrire una singola commissione di transazione. Questo elimina la necessità per i CPO di stabilire i propri accordi con gli acquirenti, perché abbiamo fatto tutto il lavoro preliminare per loro. Facendo questo si riduce drasticamente il livello di amministrazione per i CPO.

Crediamo fermamente che la nostra soluzione di pagamento end-to-end semplificherà l'esperienza di ricarica pubblica per i conducenti di EV e i CPO, e migliorerà la soddisfazione del cliente. Sebbene ci siano ancora ostacoli alla diffusione degli EV che devono essere risolti, il ritmo dell'innovazione all'interno dell'industria della ricarica degli EV è davvero stimolante. La visione che ricaricare un EV utilizzando un caricatore pubblico possa essere facile come fare il pieno di un'auto a benzina o diesel non è più un sogno lontano e nebuloso, ma uno che si sta avvicinando sempre di più alla realtà.

Test link